Articolo Alpino

VICENZA - Despar sta con gli alpini


  Argomento: Vicenza

Articolo di tipo Le Nostre Sezioni  


Anche Despar Nordest “sta con gli alpini”: una stretta di mano fra il presidente sezionale Luciano Cherobin e il direttore marketing della multinazionale della grande distribuzione, Fabrizio Cicero Santalena, sotto l’egida dell’assessore regionale Elena Donazzan, ha sancito nella sede al Torrione l’accordo per l’assegnazione di un buono spesa di 10 euro a 60 famiglie di alpini in difficoltà. Inoltre a tutti i soci dell’ANA di Vicenza Despar ha regalato un buono spesa di 5 euro e il marchio aziendale con l’abete spiccherà sulle magliette degli atleti del Gruppo sportivo ANA. Questo progetto è un po’ un ritorno alle origini dell’ANA, nata dopo la Grande Guerra come iniziativa mutualistica a favore dei soci.

La missione di aiutare gli altri è continuata e si è rinforzata negli anni, ma in questo ultimo periodo la presidenza dell’ANA vicentina ha sentito la necessità di applicare il motto “onorare i morti aiutando i vivi” anche ai propri soci in difficoltà; sono nate così l’operazione “Io sto con gli alpini” e quindi la convenzione con Ascotrade e Aim (gas ed energia elettrica), che offrono a tutti i 20 mila soci ANA tariffe vantaggiose e un ulteriore sconto agli alpini con meno di 20 mila euro di reddito Isee. Il progetto è nato da uno dei consueti incontri in Regione fra il presidente Cherobin e l’assessore Donazzan, da sempre “amica degli alpini”, e un rappresentate Despar, a Venezia proprio per trovare un soggetto a cui indirizzare l’iniziativa benefica della società.

“E la scelta è caduta sugli alpini - ha spiegato Cicero Santagiuliana - perché ci unisce a loro l’obiettivo di supportare e far crescere il territorio in cui l’abete Despar affonda le proprie radici: sostenendo le famiglie, creando occupazione, collaborando con fornitori e aziende locali. Sono certo che questi siano solo i primi passi di una collaborazione da cui Vicenza potrà trarre grandi benefici”. “Da sempre Despar persegue alte finalità - ha aggiunto l’assessore Donazzan - gli alpini fanno sempre per gli altri ma, come in questo momento, possono essere loro ad avere bisogno di aiuto”.

Il presidente Cherobin ha espresso la gratitudine degli alpini ed ha annunciato che l’iniziativa non si fermerà a Vicenza: “Il presidente nazionale Sebastiano Favero mi ha chiesto una relazione su questo progetto, per metterlo all’ordine del giorno del Consiglio Direttivo Nazionale, in prospettiva di un allargamento alle altre sezioni ANA in Italia”. I 60 buoni da 10 euro di sconto su una spesa minima di 50 euro sono stati consegnati all’ANA per la distribuzione ai soci e saranno assegnati tramite capizona e capigruppo a chi ne ha più bisogno, nella massima discrezione. E non è cosa semplice da fare, per il naturale riserbo degli alpini. Il buono da 5 euro, su una spesa minima di 30, è destinato invece a tutti i soci della sezione di Vicenza, e si trova nel numero di marzo 2014 di Alpin fa grado: basta ritagliarlo e presentarlo alla cassa dei punti vendita Despar, Eurospar e Interspar.

Dino Biesuz

  03/07/2014

Commenti 0

 

2002/2019 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits