News

Terminata Vardirex 2018: parola d’ordine “integrazione”


  Argomento: Protezione Civile

È terminata con una esercitazione di maxiemergenza sanitaria, che ha coinvolto oltre 30 feriti di varia gravità, nello scenario di Ferrara di Monte Baldo, “Vardirex 2018”.
Per giorni abbiamo raccontato le varie attività che hanno interessato il territorio abruzzese e quello piemontese, oltre allo scenario veneto: ora è giunto il momento di tirare le file sui risultati ottenuti grazie all’impegno ed agli sforzi agli oltre 800 uomini e donne, delle Truppe Alpine e della Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini, ed è un giudizio che va davvero oltre ogni aspettativa: Vardirex 2018 è stata un successo, a dirlo le parole del Coordinatore Nazionale della Protezione Civile ANA, Gianni Gontero.

“La parola d’ordine di Vardirex 2018 era “integrazione”: integrazione tra il personale delle Truppe Alpine ed i volontari della nostra Protezione Civile, e questo obiettivo è stato totalmente raggiunto, – spiega Gontero – integrazione nella Sanità Alpina delle sue due naturali componenti di cui si costituisce, la realtà dell’Ospedale da Campo ANA e delle Squadre Sanitarie, e, anche in questo caso, vi è stata una operatività fianco a fianco, davvero, come un’unica grande forza coesa ed efficace, ed è stato sotto gli occhi di tutti in Piemonte, a Salmour, in Abruzzo a Coppito ed in Veneto a Caprino Veronese e Ferrara di Monte Baldo”.

“Erano sogni cullati da tutti noi dell’ANA da molto tempo: oggi sono realtà – prosegue – e questo lo dobbiamo agli uomini ed alle donne della Protezione Civile dell’ANA ed ai militari delle Truppe Alpine. Sono loro che con la loro professionalità ed i loro valori hanno consentito a Vardirex di raggiungere il suo scopo, e per questo a tutti loro, a tutti coloro che si sono prodigati perché ciò avvenisse, va detta una sola parola, anzi, due: “Bravi” e “Grazie”!”.

E a testimoniare questo grande risultato, nel pomeriggio di oggi sono intervenuti i massimi vertici civili e militari, che si occupano di Protezione Civile, prima in un incontro presso il Municipio di Caprino Veronese con la Sindaca, e poi sul campo, a stringere la mano dei volontari e a complimentarsi con loro.

Parole di elogio per gli sforzi che sono stati profusi in queste giornate di esercitazione sono state pronunciate, in primis, da parte del Presidente Nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini, Sebastiano Favero, e quindi da Angelo Borrelli, Capo Dipartimento della Protezione Civile, dal Comandante delle Truppe Alpine, Gen. Claudio Berto, e dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Gen. Salvatore Farina.

Un impegno non ancora del tutto terminato, per i volontari della Protezione Civile ANA in quanto, domattina, saranno tutti a Verona per la celebrazione dell’Anniversario di Costituzione delle Truppe Alpine.

Stefano Meroni

  20/10/2018

Commenti 0

 

2002/2018 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits