Articolo Alpino

Riuniti per crescere


  Argomento: Protezione Civile

Articolo di tipo Articolo   pubblicato nel numero di Gennaio 2017 dell'Alpino


L’opportunità di formare e informare i volontari sulle numerose tematiche di Protezione Civile, in primis la gestione del sisma che ha interessato l’Italia Centrale e che continua a tenerci operativi, ha suggerito un nuovo incontro a Casale Monferrato (Alessandria). Aver scelto la città di un territorio appartenente al 1º Raggruppamento è il frutto di una decisione ponderata che mira a bilanciare le diverse riunioni che si sono tenute a Motta di Livenza (Treviso) nel 2015.

Motta rimane comunque il fulcro operativo principale della nostra Colonna Mobile e per sottolineare questo principio non tarderanno altre occasioni d’incontro per far conoscere e illustrare gli progressi delle attrezzature di questo eccezionale organismo operativo che altre associazioni ci invidiano. A Casale Monferrato è stata trovata tanta disponibilità nel Presidente Gianni Ravera e negli alpini della Sezione, tale da facilitare l’organizzazione dell’evento, con il coinvolgimento dell’amministrazione comunale che ha concesso gratuitamente gli spazi e le strutture per l’incontro.

All’ingresso della sala del Castello dei Paleologi, sede del convegno, erano stati collocati alcuni pannelli che espongono le attività di protezione civile con le sue diverse sfaccettature. Questa iniziativa è a diposizione di tutti i Raggruppamenti, ed è utile per presentare ad ogni manifestazione di protezione civile chi siamo e cosa facciamo. La riunione è iniziata con il saluto del sindaco Concetta Palazzetti e dell’assessore alla Pc Sandro Teruggi, che hanno espresso il loro compiacimento per aver scelto Casale quale luogo d’incontro del volontariato Ana.

Al convegno hanno partecipato i rappresentanti di 59 Sezioni e i coordinatori delle specialità per complessive 150 persone. I ragguagli tecnici di Ermanno Dentesano e Orazio D’Incà, riferiti al piano operativo e alla consistenza, sono stati accompagnati da una ricca illustrazione fotografica. La relazione del coordinatore Giuseppe Bonaldi si è condensata in alcuni commenti sul vigente regolamento, sulle convenzioni con gli enti, sulla Colonna Mobile Ana, con un cenno all’impegno nel sisma e all’attività in occasione dell’Adunata nazionale a Treviso.

Completo e stimolante per i riferimenti normativi e gli argomenti trattati è stato l’intervento di Roberto Giarola del Dipartimento nazionale di Pc: ha trattato con particolare chiarezza il tema del sisma e le modalità operative di gestione, quello delle visite mediche con una prossima direttiva e le novità per l’art. 9 circa i rimborsi ai datori di lavoro. Alessandro Burba ha parlato del nuovo progetto informatico “VolA” che gestisce per la Protezione Civile le esercitazioni, le emergenze e la logistica.

Stimolante anche la proposta offerta gli altri Raggruppamenti da parte di Sebastiano Lucchi del 3º Raggruppamento per la disponibilità di formatori su varie tematiche di protezione civile. Il segretario nazionale Michele Longo ha illustrato e rammentato i principi che regolamentano i rimborsi che le Sezioni inviano in Sede Nazionale, un ambito delicato che spesso viene trascurato.

Molte sono state le domande dei volontari che hanno dimostrato attenzione e partecipazione ai vari temi trattati in uno spirito di collaborazione e sano apprendimento. Il Presidente nazionale Sebastiano Favero (nella foto a sinistra) ha concluso i lavori sottolineando l’importanza che la Protezione Civile riveste in ambito associativo e si è rivolto ai volontari, auspicando continuità nel loro impegno, con immutato entusiasmo.

g.b.

  09/01/2017

Commenti 0

 

2002/2017 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits