Articolo Alpino

Inutile indignazione


  Argomento: Pordenone 2014

Articolo di tipo Lettere al Direttore   pubblicato nel numero di Luglio 2014 dell'Alpino


Egregio signor direttore, ho letto la sua risposta all’alpino Gianfranco Perforato nel numero di giugno 2014 in merito alla doverosa indignazione nel vedere sfilare il signor Gasparri a fianco del nostro presidente e del Labaro. Mi associo all’indignazione e vorrei rimarcare alcuni punti. Il cerimoniale? Quale cerimoniale?

Il cerimoniale dell’ANA o quello della Repubblica italiana nata dalla Resistenza? Lo statuto afferma: Art. 2 - Il Consiglio Direttivo Nazionale designa l’alfiere ufficiale del Labaro, scegliendo, di preferenza, fra i soci decorati al valore. In qualsiasi manifestazione il Labaro e la sua scorta d’onore hanno la precedenza sui vessilli delle Sezioni, sui gagliardetti dei Gruppi e sulle formazioni dell’Associazione. La scorta del Labaro è costituita dal presidente nazionale, dai vice presidenti nazionali e dai componenti del C.D.N., dai decorati dell’Ordine Militare d’Italia e di Savoia e di Medaglia d’Oro al Valore. Quando tale formazione non sia possibile, il Labaro deve essere accompagnato dal presidente o da un vice presidente nazionale e almeno da due consiglieri nazionali. Mi domando: dove trova conforto la sua affermazione che sia la più alta carica dello Stato a sfilare accanto al Labaro? Delle due l’una: o lei è poco informato oppure ha voluto confondere le acque. In ambedue i casi non trovo necessario che lei diriga una testata prestigiosa e rappresentativa di tanti alpini che meritano rispetto e il dovere di non essere turlupinati. Il regolamento parla chiaro. La presenza del signor Gasparri è una vergogna e un insulto a quella “evocazione scenica di giorni passati, quando la neve, la tormenta, i ghiacci e le nude rocce facevano scrivere agli alpini pagine epiche della loro storia gloriosa”. Mi dispiace ma non posso inviarle distinti saluti.

Gian Carlo Moglia – Piacenza

A meno che non creda che sia stato io a far sfilare il senatore Gasparri, il che non farebbe molto onore alla sua intelligenza, le ricordo che da quando si fanno le Adunate, è prassi storica consolidata che accanto alle persone previste dall’articolo 2 dello Statuto sfili anche la più alta carica presente dello Stato, in segno di vicinanza e rispetto dell’Associazione. Questo è anche il motivo per cui sfilano il comandante delle Truppe alpine e il Capo di Stato Maggiore, anch’essi non previsti dallo Statuto. Se poi lei vuole dissentire da questa prassi, si rivolga ai vertici dell’ANA, evitando di attribuirmi colpe o intenzioni, che a me creano tedio e a lei fanno fare la figura del villano.

  03/07/2014

Commenti 0

 

2002/2017 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits