Articolo Alpino

Il portale del volontario


  Argomento: Protezione Civile

Articolo di tipo Articolo   pubblicato nel numero di Marzo 2018 dell'Alpino


«L’innovazione passa anche attraverso il volontario, portatore di diritti digitali, dove ognuno può consultare la propria scheda anagrafica e comunicare le variazioni alle segreterie delle Sezioni per un veloce allineamento fondamentale per le attività di Pc. Il portale del volontario è fruibile all’indirizzo www.anapc.it e la richiesta delle credenziali avvengono in completa autonomia». 

Le parole di Alessandro Burba, referente della Sottocommissione Informatica della Protezione Civile Ana vanno a suggellare un nuovo traguardo raggiunto dai nostri sistemi informativi. L’invito è che i volontari si accreditino seguendo le istruzioni contenute nel portale, e contribuiscano attivamente verificando e mantenendo aggiornate le informazioni personali riportate.

La Commissione Informatica si compone di volontari appartenenti a tutti e 4 i Raggruppamenti. Una parte compongono il gruppo degli sviluppatori che hanno il compito di studiare e scrivere i programmi che verranno utilizzati. Ed una parte compongono il gruppo dei formatori, cioè coloro che hanno il compito di addestrare gli utenti all’utilizzo del software.

A partire dalla fine del 2015 è stato sviluppato un software, denominato VolA, acronimo di volontari alpini, per la gestione delle attività della Protezione Civile. Questo programma è stato presentato ufficialmente alla Adunata del 2016 ad Asti dove si sono tenuti anche i primi corsi per il suo utilizzo. A questi primi corsi ne sono seguiti altri, tenuti nei vari Raggruppamenti, perché dal 1º gennaio 2017 VolA è diventato il programma ufficiale per la gestione delle attività legate alla protezione civile. VolA non si sostituisce a Gisa, anzi.

Da quest’ultimo infatti si ricavano i principali dati anagrafici dei volontari che poi verranno completati in VolA con l’inserimento da parte delle Sezioni dei dati specifici di protezione civile. Il software gestisce anche i materiali, i mezzi e le attività di protezione civile. È in continua evoluzione, migliora grazie alle segnalazioni degli utilizzatori e all’introduzione di nuovi moduli come la gestione delle schede per le Trasmissioni e la gestione delle unità cinofile ancora in fase di realizzazione.

Uno degli scopi di VolA è anche quello di mettere a disposizione della Segreteria nazionale della Protezione Civile in modo puntuale e semplice le informazioni per il Dipartimento nazionale.

È importante che le Sezioni collaborino inserendo e aggiornando i propri dati: per questo motivo il contributo di ciascun volontario, attraverso il “Portale del Volontario” diventa un ausilio indispensabile. «Da qualche anno, la squadra informatica della Pc ha cambiato il suo volto, passando da una mera gestione della segreteria, ad una collaborazione propositiva e costruttiva che fornisce soluzioni e idee nuove. Tutto questo anche grazie al progetto VolA - prosegue Alessandro Burba.

Il progetto, è un modello interistituzionale concepito e realizzato affinché tutti gli ‘attori’ (Sezioni, responsabili, squadre, volontari, ecc.) possano disporre degli stessi strumenti e opportunità, per sfruttare i vantaggi e le potenzialità che si accompagnano allo sviluppo della società dell’informazione e al dispiegamento dei processi di e-government. Questa innovazione, utilizza una rete telematica condivisa.

La finalità è quella di unire le forze per la modernizzazione degli apparati, come strada obbligata per fornire servizi innovativi e omogenei all’intero territorio nazionale. Una vera e propria alleanza, dunque, tra quelli che sono i protagonisti della Pc Ana, che si articola in nodi sezionali, di squadra, di raggruppamento e sistemi informatici nazionali. Il sistema informatico nazionale (parte dell’attuale squadra informatica) ha la funzione di supportare, produrre e affrontare le procedure di back-office relative ai servizi di e-government, offrendo anche consulenza avanzata alle Sezioni. Naturalmente sempre sotto stretto controllo della Sede nazionale.

La nuova Squadra informatica della Pc deve dare vita a gestioni condivise, integrando le rispettive infrastrutture e competenze. Il coordinamento della sottocommissione informatica, pilotato da un responsabile, offre progetti, management, connettività e servizi tramite le aree delle infrastrutture e sviluppo, mentre l’area delle attuazioni propone i servizi con i responsabili di raggruppamento, condividendo i percorsi di contenuto, organizzativi e funzionali attraverso la rete delle Sezioni. In tal modo il know how di ciascuno diventa patrimonio dell’intera filiera Ana.

Un gruppo di lavoro composto da professionalità suddivise in aree ben logiche, con lo scopo unico di lavorare in gruppo per raggiungere gli obiettivi prefissati e dare soluzioni gestionali e organizzative con lo scopo di risolvere i problemi in tempi brevi e con alta tecnologia su tutta la filiera Ana”.

s.m.

  13/03/2018

Commenti 0

 

2002/2018 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits