Articolo Alpino

Il berretto degli stupidi


  Argomento: Ana

Articolo di tipo Lettere al Direttore   pubblicato nel numero di Novembre 2018 dell'Alpino


Dopo il Car a Bassano sono stato trasferito all’8º Alpini alla caserma Di Prampero a Udine. Ricordo che all’epoca esisteva una grande rivalità tra noi alpini e la fanteria che era nominata “La buffa”. Inoltre durante il campo estivo in caserma si usava spesso quello che si chiamava il berretto da stupidi, il cappello alpino si usava nella libera uscita.

Questo aggettivo del berretto era dovuto forse al berretto che portava la fanteria soprannominata “la buffa”?

Antonio Piccolo, Nervesa della Battaglia (Treviso)

Caro Antonio, qualche sfottò ci sta anche bene. Tutto dipende dall’animo con cui lo si fa. Se è per prendere in giro è una scemata, ma se serve a creare spirito di cordialità ben venga. Qualche volta succede anche tra noi alpini con gli artiglieri alpini. A questo proposito, agli amici artiglieri che fanno gli offesi perché non li nominiamo nei discorsi ufficiali, ricordo che quando si parla di alpini, si parla di un Corpo, dove ci sono dentro alpini e artiglieri. Quindi niente bizze da primedonne. Quanto al nome “la stupida”, per indicare il berretto portato durante l’addestramento, da quanto mi risulta, questo viene dal fatto che la foggia del cappello indossato dai militari era simile a quello indossato dai degenti dei manicomi. Era il “berretto degli stupidi”, da cui è venuto in seguito il nome del nostro copricapo.

  13/11/2018

Commenti 0

 

2002/2018 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits