Articolo Alpino

Debutto nella Vallèe


  Argomento: Protezione Civile

Articolo di tipo Articolo   pubblicato nel numero di Settembre 2018 dell'Alpino


Le unità cinofile di soccorso del 1º Raggruppamento della Protezione Civile Ana si sono ritrovate per la prima volta in Valle d’Aosta, a Rhêmes- Notre-Dame, nel corso dell’ultimo fine settimana di giugno. La ricerca dispersi in superficie ha visto la partecipazione di circa 40 unità cinofile, composte da cane e conduttore, provenienti dalle Sezioni di Liguria, Piemonte e, ovviamente, della Valle d’Aosta, padrona di casa, in uno scenario naturale davvero spettacolare ed emozionante che solo i panorami delle nostre Alpi sanno offrire.

Tutte le attività si sono svolte attorno ad un laghetto alpino in una porzione di Paradiso! Quattro le aree operative predisposte dai volontari del nucleo cinofilo “Ana Valbaltea” della Pc Ana valdostana, guidati dal capo nucleo Mauro Chiattone Bordon e dall’addestratore Paolo Percali: tre relative alla ricerca, a difficoltà crescenti e sulle quali hanno operato a rotazione tutti i partecipanti, e una campo pratica per l’obedience.

Un impegno notevole che ha coinvolto anche molti volontari dell’unità di Protezione civile - primo tra tutti il coordinatore sezionale Lorenzo Grange - a garantire il supporto organizzativo, logistico e di sicurezza nel corso di tutte le prove. È stato un momento di crescita attitudinale e di aggiornamento anche per gli animali, suddivisi tra “operativi” ed “in addestramento”, reputato di importanza centrale nel percorso di formazione delle unità cinofile di soccorso della Protezione Civile Ana.

A testimoniarlo la presenza, nel corso di tutti e due i giorni di attività, del coordinatore nazionale Gianni Gontero, affiancato dal coordinatore nazionale delle Ucs, Giovanni Martinelli, e il suo vice, Clemente Violino, dal coordinatore della Protezione Civile Ana del 1º Raggruppamento Paolo Rosso e il vice coordinatore Andrea Amighetti con il segretario Mauro Barbano.

Durante lo svolgimento delle attività cinofile il panorama addestrativo è stato completato dalla predisposizione degli sportelli “Info VolA” e “Info Sanità”, dove i volontari hanno potuto avere informazioni e spiegazioni sulle procedure ed eventualmente segnalare le problematiche. «Quello che mi ha maggiormente colpito è stata la completezza della parte organizzativa. - ha commentato il coordinatore nazionale della Pc Ana, Gianni Gontero - pur trattandosi di una esercitazione di specialità a livello di Raggruppamento, infatti, tutte le componenti della nostra Protezione Civile sono state coinvolte: dalle squadre sanitarie di autoprotezione, guidate dalla referente Manuela Montesi alle telecomunicazioni con il referente della Sezione di Biella Enzo Ramella, all’informatica con la presenza della referente di raggruppamento Elena Prola.

Una esercitazione organizzata in modo davvero completo, una ‘prova generale’ per il coordinatore della Sezione Aosta, Lorenzo Grange e per i suoi volontari che il prossimo anno organizzeranno l’esercitazione di Protezione Civile del 1º Raggruppamento».

Stefano Meroni

  11/09/2018

Commenti 0

 

2002/2018 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits