Contenuto

Centro Studi


  Argomento: Centro Studi

CHI SIAMO

Su proposta dell’allora consigliere nazionale Alfredo Costa, l’Associazione Nazionale Alpini decise di dotarsi un Centro Studi per raccogliere, organizzare e catalogare tutto ciò che riguarda la storia e le tradizioni del Corpo degli Alpini (libri, raccolte storiche, testimonianze dirette, ecc.), tutte le notizie attinenti la storia dell'Associazione, delle sue sezioni, dei suoi gruppi dalla loro costituzione ad oggi nonchè tutto il materiale relativo all’attività dell'ANA (volontariato, protezione civile, sport, attività sociali, ecc.), in modo da poter mettere a disposizione dei soci e di quanti abbiano interesse tutto il materiale disponibile.

Il presidente nazionale Corrado Perona ha deciso di dare un nuovo impulso al Centro Studi che dovrà, con il tempo e con tanto lavoro, fungere da vero e proprio polo d’attrazione per il “pensiero alpino” e costituire, unitamente all’Alpino ed al Portale, il principale centro strategico delle varie attività culturali, d’immagine e di comunicazione dell’Associazione.
Questo nuovo impulso si è immediatamente concretizzato con alcuni investimenti di risorse economiche con l’assunzione di una collaboratrice a tempo pieno, Mariolina Cattaneo che è in grado di garantire una segreteria stabile.

E' questo in sintesi il sogno di coloro che lavorano al Centro Studi: creare un importante 'contenitore' non solo fisico, ma anche virtuale, in cui inserire i tesori dell'ANA e degli alpini, la storia, i canti, le esperienze importanti, le innumerevoli realtà associative e la meravigliosa realtà della stampa alpina.
E quello che si vuole è che questo contenitore non sia una scatola chiusa, ma abbia 'aperture', finestre, porte e sportelli da cui tutti possano prendere e dare, nel modo in cui sono capaci: dovrà essere una vetrina per 'esporre i gioielli di famiglia' rivolta a chi non ci conosce; dovrà essere uno 'sportello informazioni' per chi cerca notizie sugli alpini, sulla associazione, ma anche sui soldati, e su quella che fu la naia.

E' l'inizio di un nuovo sentiero, forse non meno erto di quelli che abbiamo trovato in montagna ma, con lo stesso spirito, lo percorreremo: non possiamo più correre il rischio che i tanti tesori dei quali siamo custodi vengano perduti o, peggio, dimenticati.

Il Centro Studi è composto da una commissione nominata annualmente dal Consiglio Direttivo Nazionale. 

Il Centro Studi è composto da una commissione nominata annualmente dal Consiglio Direttivo Nazionale. Per il periodo 2016/2017 è così formata: Mauro Azzi (presidente), Massimo Rigoni Bonomo, Lorenzo Cordiglia, Francesco Maregatti, Salvatore Robustini, Silvano Spiller. Delegati Sacrari: Renato Cisilin, Renato Romano.

Si avvale della collaborazione di soci alpini e volontari: Andrea Bianchi, Mauro Depetroni, Ivan Fozzer, Marco Fulcheri, Gianluca Marchesi, Giosuè Negretti e Cristina Silvani.

COSA FACCIAMO

Il Centro Studi ANA si propone di:

  1. raccogliere ed archiviare sistematicamente tutto ciò che riguarda la storia e le tradizioni del Corpo degli alpini (libri, raccolte storiche, testimonianze dirette, ecc.) 
  2. raccogliere ed archiviare sistematicamente tutte le notizie attinenti la storia dell'A.N.A., delle sue Sezioni, dei suoi gruppi, dalla sua costituzione ad oggi, 
  3. raccogliere tutte le notizie relative alla attività dell'A.N.A. (volontariato, protezione civile, sport, attività sociali, ecc.),
  4. raccogliere tutte le informazioni attinenti l'esistenza di materiali (reperti, armi, divise, ecc.) che riguardino sia il corpo degli alpini che l'Associazione Nazionale Alpini ubicati in luoghi diversi dall'archivio del Centro Studi A.N.A. (musei, sedi A.N.A., privati, reparti militari, ecc.),
  5. prevedere l'emissione periodica di 'cataloghi tematici' del materiale raccolto, sia in modo cartaceo che informatico (CD, dischetti, internet, ecc.),
  6. costituire una sorta di 'agenzia' per il reperimento di materiale, di informazioni, di notizie storiche su tutto il 'mondo alpino'.

Più in particolare l’interesse del Centro Studi è volto a progetti concreti quali:

la biblioteca virtuale: catalogazione dell’intero patrimonio librario della Sede Nazionale, delle Sezioni e dei Gruppi;
la raccolta delle memorie dei “veci” ad opera delle Sezione e dei Gruppi;
il costante aggiornamento della storia dell’Associazione Nazionale Alpini con la formazione di schede tematiche di rapida consultazione;
censimento di cori e fanfare;
cura i rapporti con importanti collezioni in modo da renderle disponibili al pubblico (ad esempio all’archivio della famiglia Bedeschi o Prisco) ed evitare che, con il tempo, vadano disperse;
seleziona e collezione tutte le attività “culturali” organizzate dai Gruppi e dalle Sezioni in modo da renderne semplice ed immediata la divulgazione
cura i rapporti con importanti istituzioni culturali (ad esempio con le Università) per la realizzazione di eventi di particolare rilevanza (tavole rotonde etc, etc,)

Il Centro Studi, in buona sostanza si propone di divenire un vero e proprio polo di attrazione per “… pensatori alpini” al fine di pervenire alla diffusione e diversificazione delle nostre attività culturali in modo da mantenere alto il livello di attenzione e di curiosità di una società stanca e distratta, che ha, però, una gran voglia di riscoprire i valori e i sentimenti che l’Associazione da sempre custodisce.

Guarda la presentazione multimediale del Centro Studi (1,83 mb) »

  21/07/2016

Commenti 0

 

2002/2017 © Ana.it. Tutti i diritti riservati. Questo sito è di proprietà della Associazione Nazionale Alpini
P.IVA/C.F. 02193630155
L'uso degli indirizzi mail riportati su questo sito è esclusivamente finalizzato ad usi associativi. E' vietata la riproduzione anche parziale - Marchio registrato
FAQ - Privacy - Credits